fbpx

Cose da sapere prima di un viaggio in Israele

Ogni sera, prima di andare a letto e fino a notte inoltrata, mi piaceva stare solo davanti a questa vetrata dove la mia mente e la mia fantasia – come in trance davanti a questa città d’oro, di rame e di luce, l’omphalos, l’Umbilicus mundi – si misero a vagare da cielo a cielo, da spirito a carne, da ragione a sentimento, da possessione estatica a riflessione sul sacro (e sul profano).

Da quanti anni stavo progettando un viaggio in Israele e Palestina? Credo di aver perso il conto. Avete presente quelle destinazioni che hai appiccicate al cuore? Anche senza esserci mai stati. Solo per sentito dire. Destinazioni che rappresentano il viaggio con la V maiuscola. Quello che ti fa commuovere anche al solo pensiero. Ecco, credo di avervi dato un’esatta definizione di quello che Israele rappresentava e rappresenta per me. O quasi. É complicato rinchiudere le emozioni dentro un concatenarsi di parole e di significati.

Ora sto cercando di mettere insieme tutte le idee per provare a raccontarvele queste emozioni e per farvi venire la voglia di condividere con me un Paese pieno di orizzonti e contraddizioni. Pieno di colori e di profumi che stordiscono. Di paesaggi che lasciano nudo lo sguardo e di andirivieni fitto di persone e di storie. Ho pensato innanzitutto di cominciare ad elencare alcune delle cose da sapere prima di un viaggio in Israele. Si tratta solo e semplicemente di un piccolo vademecum. Perché quello che ho capito, dopo aver visitato una parte della Terra Santa, è che questo è un luogo che, più di altri, va vissuto per essere compreso. E non vi basterà una settimana per entrare in contatto con la sua molteplicità di culture. Serve molto di più. Ma è un inizio. Per lo meno, sono sicura che questo per me è soltanto l’avvio di un percorso, che mi riporterà più volte ad essere baciata da quel sole caldo, che sa di hummus, di arance, di melograno e za’atar.

Cose da sapere prima di un viaggio in Israele - Le Plume

Ecco una lista di cose da sapere prima di un viaggio in Israele

Documenti di viaggio per entrare in Israele

Per viaggiare in Israele e in Palestina basta il semplice passaporto con una scadenza residua di sei mesi. Non servono visti o altri documenti particolari. A meno che non vogliate restare nel Paese per un periodo più lungo della classica vacanza, e cioè oltre i 90 giorni. In quel caso i visti servono eccome e ce ne sono di diverso tipo. Il consiglio è quello di rivolgersi comunque all’ambasciata.

Controlli in aeroporto: incubo dei viaggiatori?

Sul capitolo dei controlli in aeroporto si potrebbe aprire uno di quei dibattiti interminabili. Devo dire che, prima della partenza, ho letto una quantità pressoché infinita di articoli e di racconti al riguardo. Ero terrorizzata. In realtà sono giunta alla conclusione che il tema dei controlli sia relativo ad una dose di casualità non facilmente misurabile. All’ingresso nel Paese vi faranno qualche semplice domanda. A meno che il vostro passaporto non abbia dei timbri particolari: ovvero provenienti da Paesi che non riconoscono lo Stato di Israele. In quel caso, mettetevi l’anima in pace: sarete destinati al rientro immediato in patria! Io, tra vedere e non vedere, mi munirei di un nuovo passaporto. Vergine e pieno di nuovi viaggi da riempire. Il discorso vale anche al contrario: vi sarà impossibile entrare in uno di quei Paesi, dopo aver visitato Israele. Per questo motivo non vi sarà apposto nessun timbro di ingresso in aeroporto.

Le domande potrebbero essere più dettagliate alla vostra uscita. Il consiglio, infatti, è quello di arrivare in aeroporto qualche ora prima del volo, in modo da non avere attacchi di panico. Nessuno ha interesse a trattenervi in Israele, ma le domande potrebbero essere estenuanti. E ci sono anche diversi livelli di controllo. Dopo un passaggio con un primo addetto alla sicurezza, infatti, vi verrà apposto un numero nel tagliando di uscita dal Paese, che sta a significare il grado di “pericolosità” del passeggero. Non ci sono in realtà certezza su questa procedura, ma diciamo che le voci sono tante e attendibili. Io non ho avuto particolari problemi. Pochissime domande e nessun controllo sul bagaglio. Chissà, forse nel mio prossimo viaggio sarà diverso… Almeno questo è quello che mi hanno raccontato alcune persone.

Per il resto, state tranquilli e rispondete alle domande con la massima serenità e sincerità possibili. Mi hanno solo riferito che potrebbero chiedere, in ingresso, se c’è l’intenzione di visitare la Palestina e pare che la risposta affermativa non sia vista benissimo. Rimanete sul vago. Un’ultima cosa: l’acqua si può portare senza problemi all’interno dell’aeroporto. Non hanno i nostri limiti sui liquidi e sui 100 ml.

Sicurezza: si può viaggiare con tranquillità in Israele?

Questa è domanda che mi hanno fatto tutti al mio rientro in Italia: hai avuto paura? Ti sei sentita sicura? La mia risposta è stata sempre e solo sì. Israele, a dispetto dell’essere la polveriera del mondo, in realtà è anche uno dei Paesi più sicuri al mondo. Non c’è stato giorno in cui abbia avuto il timore di qualcosa o non mi sia sentita a mio agio. Per questo credo sia un viaggio adatto anche ai bambini. Certo, magari con nani al seguito non andrei a visitare i campi profughi in Palestina, perché si tratta di un’immagine un po’ forte, ma per il resto via libera. Magari, cercate di non farvi impressionare dalle migliaia di ragazzini imberbi che girano con mitra al seguito. Il servizio militare è obbligatorio per tutti (tre anni gli uomini e due le donne) e sarete circondati da diciottenni che imbracciano la loro arma ventiquattro ore su ventiquattro. Anche quando sono in pausa pranzo e stanno facendo la spesa. Lo so, per noi è impensabile, ma lì è la normalità. Paese che vai, usanze che trovi, si dice.

Shabbat: muoversi il sabato

Sembra un dettaglio di poco conto: ma cercate di non programmare nessun tipo di spostamento tra il venerdì e il sabato. Lo shabbat, infatti, inizia con il tramonto del venerdì e finisce con lo spuntare della prima stella del sabato. Durante queste ventiquattr’ore tutte le attività si fermano. Compresi i mezzi pubblici. Se dovete recarvi in aeroporto o arrivare dall’aeroporto, l’unica soluzione che potrete adottare è quella di prendere un taxi arabo. Considerate che nei taxi vi fanno prezzi un po’ complicati da capire: sommano i chilometri, i bagagli e c’è da contrattare.

Oltre agli spostamenti, in base a dove vi trovate potreste avere difficoltà anche solo per mangiare. A Gerusalemme credo non ci sia niente di aperto. Discorso diverso per altre città, come ad esempio, Tel Aviv, vera capitale della movida israeliana, o Nazareth, dove la popolazione è a maggioranza araba. In ogni caso, durante lo Shabbat, si può optare per visitare i territori palestinesi, considerando anche il fatto che gli autobus che si recano in quelle direzioni sono arabi.

Cose da sapere prima di un viaggio in Israele - Le Plume

Cucina israeliana: un paradiso per gli amanti del cibo

Che la cucina mediorientale fosse tra le mie preferite, beh, questo già era una certezza. Israele ne è stata solo una conferma. Ovviamente il mio food travel avrà un capitolo a parte. Ma, tra le cose da sapere prima di un viaggio in Israele, è d’obbligo precisare che qui mangiare ha un costo importante. Come tutta la vita d’altronde. Considerate che andrete sempre a spendere dai 25 euro in su per ogni pasto. A meno che non facciate la spesa al supermercato o troviate qualcosa da spizzicare nei tanti mercati disseminati in giro in tutte le città. Per intenderci, però, un kebab lo pagherete comunque sui 5 euro. E io mi sarei aspettata molto, ma molto meno.

Cose da sapere prima di un viaggio in Israele - Le Plume

L’acqua è gratis

Se il cibo costa tanto, buone notizie per l’acqua. In ristorante potrete chiedere di servirvi quella del rubinetto. E in giro ci sono tante fontane dove potrete riempire le vostre bottiglie… Gratis.

Mance

Cibo favoloso, acqua a volontà, ma c’è un ma, un grosso ma. Oltre a dover pagare conti spesso molto salati, ricordatevi che in Israele vige la regola della mancia. Il servizio, infatti, non è mai compreso e vi verrà richiesto (io direi preteso), più o meno gentilmente, almeno un 10% di mancia extra. Di solito lo dovrete dare fuori dal normale pagamento. Solo una volta, ad esempio, mi è stato chiesto di inserirlo nell’addebito della carta.

Cose da sapere prima di un viaggio in Israele - Le Plume

Israele in macchina e spostamenti

I mezzi pubblici in Israele funzionano benissimo. Su Google Maps troverete il vostro itinerario ben dettagliato, con gli orari e le fermate. Durante i miei spostamenti ho avuto solo problemi quando ho richiesto informazioni alle biglietterie o agli stessi autisti. Una soluzione può essere quella di noleggiare una macchina. Questo però se non avete intenzione di recarvi in Cisgiordania. Le automobili con targa israeliana non possono entrare e ci sono luoghi, come ad esempio Betlemme, dove dovrete obbligatoriamente entrare passando da un check point, che, per intenderci, è come i tornelli dello stadio.

Temperature e meteo

In Israele il caldo è pesante e atroce. Ma questo non è sempre vero. Durante la stagione autunnale ed invernale le temperature variano parecchio. Ci sono alcune zone, come Gerusalemme o Betlemme, soggette ad una forte escursione termica. Può piovere anche parecchio: noi siamo state fortunate e ci siamo godute un bel sole. In generale posso consigliarvi di vestirvi a cipolla. Durante il giorno, infatti, specialmente se andate in gita nelle località desertiche, potreste sentire caldo anche a dicembre. Io, dopo averlo provato, ho deciso che mai e poi mai metterò piede in questa zona durante l’estate.

Connessione e internet

Se pensate di andare in Israele e rimanere disconnessi dal mondo, allora non avete idea della potenza di connessione che gira da queste parti. La rete wi-fi è più o meno presente in tutte le grandi città e ogni hotel, ristorante o negozio ha la sua connessione. E la potete utilizzare liberamente, senza pagare nessun tipo di commissione. Io, per non rimanere senza, avevo attivato una tariffa mondo della mia compagnia telefonica, ma in realtà ho usato molti meno giga di quelli compresi nell’offerta.

Giulia

Scrivo da quando ne ho memoria. Mi piace raccontare la vita. Lo faccio qui nel mio blog e anche altrove. Quando non sono alle prese con la parola scritta, parlo in radio. E anche lì c'è molto di me. Nel tempo libero? Ballo, curo le mie piante e cucino una quantità indescrivibile di piatti.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Le Plume utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scopri di più

Privacy 196/2003 Informativa sulla Privacy: Oggetto: Informativa sul trattamento dei Suoi dati personali, ai sensi dell'articolo 13 del Dlgs 196/2003, recante il codice in materia di protezione dei dati personali, e richiesta del Suo consenso al trattamento di taluni dati. 1. Il Dlgs 196/2003 ha introdotto il codice in materia di protezione dei dati personali. In ottemperanza a quanto previsto da tale codice, il trattamento dei dati personali da parte della nostra organizzazione è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti dei soggetti cui i dati si riferiscono. 2. In tale ambito, Le forniamo l'informativa prevista dall'articolo 13 Dlgs 196/2003 e Le chiediamo di esprimere il suo consenso per il trattamento dei dati personali in seguito specificati per le seguenti finalità: a. gestire la sua richiesta di informazioni e/o prenotazione al fine di fornirle le indicazioni a riguardo 3. Il conferimento dei Suoi dati è obbligatorio per il conseguimento delle finalità di cui sopra; il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di fornirLe i servizi richiesti. 4. Nel caso in cui abbia espresso il consenso e fino alla revoca dello stesso, i Suoi dati personali forniti saranno altresè trattati per le seguenti ulteriori finalità: a. elaborare studi e ricerche statistiche e di mercato; b. inviare tramite posta, posta elettronica e/o canali telefonici, materiale pubblicitario, informativo e informazioni commerciali; c. compiere attività dirette ed indirette di vendita e di collocamento; d. effettuare comunicazioni commerciali interattive; e. effettuare rilevazioni del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei servizi forniti (anche attraverso soggetti terzi). Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il responsabile indicato al punto 10. Il consenso per i trattamenti e le finalità di cui al presente punto 4 non è obbligatorio; a seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno trattati per le sole finalità indicate al precedente punto 2. 5. In qualità di clienti o potenziali clienti, i dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune, poichè consistono essenzialmente in elementi di identificazione personale. Nel caso in cui Lei dovesse indicare nei campi che non prevedono una specifica indicazione dati che, ai sensi dell'articolo 4 lettera d) Dlgs 196/2003, sono di natura sensibile ed in quanto tali meritevoli di tutele particolari, La informiamo che tali dati saranno da noi trattati nei limiti previsti dal codice della Privacy. Ricordiamo che in generale, l'articolo 4 lettera d) Dlgs 196/2003 definisce come "dati sensibili" i dati personali "idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonchè i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale". 6. Il trattamento di dati raccolti sarà effettuato mediante strumenti cartacei e/o elettronici e comunque in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. 7. Precisiamo che la nostra organizzazione pone in atto le necessarie misure di carattere organizzativo, fisico e logico, atte a garantire la sicurezza dei dati, con particolare riferimento a quanto previsto dall'allegato B del Dpr 196/2003 Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza. 8. Oltre che dai dipendenti della Società, alcuni trattamenti dei Suoi dati personali potranno essere effettuati anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all'estero, ai quali la nostra organizzazione affida talune attività (o parte di esse) funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. In tal caso gli stessi soggetti opereranno in qualità di Titolari autonomi o saranno designati come Responsabili o Incaricati del trattamento. I Responsabili e gli Incaricati eventualmente designati riceveranno adeguate istruzioni operative, con particolare riferimento all'adozione delle misure minime di sicurezza, al fine di poter garantire la riservatezza e la sicurezza dei dati. I soggetti terzi sopra citati sono essenzialmente ricompresi nelle seguenti categorie: Società di recupero credito, Società che elaborano dati di traffico per la fatturazione, Società incaricate per la stampa e la spedizione delle fatture ai clienti, Società di Consulenza, Società cessionarie dei crediti, Agenti e Procacciatori, Franchisee, Fornitori di servizi tecnologici, Content Provider. 9. Riportiamo di seguito l'estratto dell'articolo 7 Dlgs 196/2003, per ricordarLe che puó esercitare nei nostri confronti i seguenti diritti: a. ottenere la conferma dell'esistenza di dati personali che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile b. ottenere l'indicazione dell'origine dei dati personali, nonchè delle finalità e delle modalità del trattamento c. ottenere l'indicazione della logica applicata nei trattamenti effettuati con l'ausilio di strumenti elettronici d. ottenere l'indicazione degli estremi identificativi del titolare e dei responsabili e. ottenere l'indicazione dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati f. ottenere l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati g. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge h. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati di cui non è necessaria la conservazione, in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati i. ottenere l'attestazione che l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco sono stati portati a conoscenza, anche per quanto riguarda il contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, tranne che nei casi in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato j. opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che La riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta k. opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che La riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. 10. Per esercitare tali diritti puó rivolgersi al titolare del trattamento. Il responsabile del trattamento medesimo è il Sig. Le Plume domiciliato presso Via Foscolo, 58 09128 Cagliari (CA). Cookie Cos’è un cookie? Un cookie è un piccolo frammento di dati che un sito web deposita nel browser del tuo computer o del tuo dispositivo mobile. Perché si utilizzano i cookie? Le pagine web non hanno memoria. Se navighi da una pagina all'altra all'interno di un sito web, non sarai riconosciuto come lo stesso utente in ciascuna delle pagine. I cookie ti consentono di essere riconosciuto dal sito web come utente unico. I cookie permettono anche di memorizzare le tue scelte, per esempio la lingua che preferisci, la valuta che hai impostato e i criteri di ricerca. I cookie ti consentono anche di essere riconosciuto alla tua visita successiva. I cookie sono tutti uguali? No, esistono vari tipi di cookie e diversi modi di utilizzarli. I cookie si distinguono in base alla funzione svolta, alla loro durata e a chi li ha inseriti in un sito web. Come vengono utilizzati i cookie? Il nostro sito utilizza i seguenti tipi di cookie: • Cookie tecnici: Vogliamo offrire ai nostri visitatori un sito all’avanguardia e di facile utilizzo. Per fare in modo che questo accada, utilizziamo i cookie tecnici per consentirti di visualizzare il nostro sito web e di farlo funzionare correttamente. I cookie tecnici sono indispensabili per il corretto funzionamento del nostro sito. • Cookie funzionali: Utilizziamo i cookie funzionali per ricordare le tue preferenze e per aiutarti a usare il nostro sito web in modo efficace ed efficiente, per esempio memorizzando le pagine e le eventuali offerte che hai visualizzato in precedenza. I cookie funzionali non sono indispensabili per il funzionamento del sito web, ma aggiungono funzionalità e migliorano la tua esperienza complessiva, permettendoti ad esempio di usufruire delle migliori offerte. • Cookie analitici: Utilizziamo i cookie analitici per capire meglio come i nostri visitatori usano il sito web, per capire cosa funziona o cosa no, per ottimizzare e migliorare il sito e per assicurarci che il sito sia sempre interessante e rilevante. I dati che ricaviamo includono le pagine web visitate, le pagine di uscita e di ingresso, il tipo di piattaforma, informazioni su data e ora e dati come il numero di click su una determinata pagina, le parole cercate e i testi inseriti durante l'utilizzo del sito. Anche i nostri partner commerciali potrebbero utilizzare cookie analitici per sapere se i loro utenti fanno uso delle offerte integrate nei loro siti. Per quanto tempo restano attivi i cookie? I cookie impostati direttamente dal nostro sito hanno una durata di 3 settimane. In qualsiasi momento puoi cancellare tutti i cookie dal browser. Per rimuovere i cookie dal tuo browser, segui le istruzioni riportate a questo indirizzo https://support.google.com/accounts/answer/32050?hl=it Come puoi riconoscere i nostri cookie ? Puoi trovare i nostri cookie tra le impostazioni del tuo browser. Sono inclusi i cookie analitici e di marketing di terze parti? Sì, il nostro sito incorpora diversi cookie di terze parti rilasciati da widget che sono inclusi nel sito. Questi cookie vengono utilizzati a fini statistici e permettono una migliore esperienza ed integrazione con questi servizi terzi (Google Analytics, TripAdvisor, i principali social networks, etc…). In particolare, per tenere sotto controllo la raccolta di dati ai fini di analisi effettuata da Google Analytics, visita la pagina del Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics. Come puoi modificare le preferenze relative ai cookie? Dalle impostazioni del tuo browser (per esempio Internet Explorer, Safari, Firefox o Chrome) potrai stabilire quali sono i cookie che desideri ricevere e quali no. Per sapere dove puoi trovare queste impostazioni, che possono variare a seconda del browser utilizzato, usa la funzione “Help” o Aiuto” del tuo browser. Se decidi di non accettare determinati cookie, potresti non essere in grado di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito. In ogni caso, la funzione “Do Not Track” offerta da alcuni browser (denominata “Non tenere traccia”, “Non effettuare alcun tracciamento” o altro a seconda del tipo di browser) potrebbe non funzionare sul nostro sito.

Close