Io che non sapevo fare la capriola

“Sul cartellone c’è la foto di una donna. O, almeno, di una creatura di sesso femminile, a giudicare dalle due piccole sacche di pelle rugosa che pendono al posto dei seni. Sì, perché di fronte all’obiettivo c’è una creatura completamente nuda. Seduta su uno sfondo grigio sfumato, una gamba allungata e l’altra leggermente piegata in modo che solo il pube sfugga allo sguardo. Le ossa, in compenso, si vedono bene. Mi fa vergognare questa foto. Perché è la mia foto.”

Una volta c’era una bambina. Timida. Un po’ paffutella, diciamo così. Con le guance piene e due code fitte di capelli castani a contornarle il viso. Una bambina che rideva. Una bambina buona. Di quelle sempre pronte a far felici gli altri. Le maestre. I genitori. Chiunque ruotasse intorno alla sua piccola vita. La cosa importante era solo ed esclusivamente quella. Far sentire felici gli altri e far sì che tutto il mondo sembrasse perfetto. Una bambina un po’ strana. Impacciata e buffa nei movimenti. Un’anima da adulta intrappolata in un corpo ancora immaturo. Una bambina un po’ particolare, che passava le sue giornate con una penna in mano. Anche se nessuno ancora le aveva insegnato a scrivere. Ma che scriveva. Eccome se scriveva! Poesie dall’atmosfera malinconica, che, a tratti, la descrivevano. Era difficile entrare davvero nel mondo di quella bambina un po’ strana. Capire lei e il suo modo di essere. E, con gli anni, le cose non cambiarono. Per tutti era una semplicemente una bambina buona e goffa. Che andava bene a scuola, che non contraddiceva nessuno e che cercava disperatamente di essere un animo gentile. Una bambina che spesso, tra i banchi nella classe, veniva presa in giro. Perché non era agile come gli altri compagni. Perché, tra i maglioni e sotto il grembiule, nascondeva qualche chilo in più, incastonato tra le pieghe della pancia. Messo lì, come a volerla difendere da quel mondo, che non riusciva a guardare più in là. Quante volte quella bambina ha pianto. Si è sentita fuori posto. Si è sentita diversa. Ma, in fondo, per tutti quello non ero un problema. Era fatta così quella bambina. Intelligente, ma non si poteva pretendere più.

Quella bambina ero io. Alle elementari. Alle scuole medie. Alle scuole superiori. Una bambina ed un’adolescente un po’ più introversa degli altri. No, non è che non facessi amicizia con le altre persone. Ricordate? Ho parlato di una bambina buona. Ma mi sentivo diversa dagli altri. Perché avevo un corpo diverso, che non accettavo e mi impediva di volare, come solo si può fare durante l’infanzia e l’adolescenza. Per me le ore di educazione fisica e di sport erano una tragedia senza fine. Perché tanto io non sarei mai riuscita a fare una capriola o a saltare sulla cavallina. E, per lo stesso motivo, cercavo sempre di fuggire in qualche angolo della palestra quando in giro c’era aria di partite di pallavolo o qualsiasi altro gioco di squadra. Non che qualcuno mi scegliesse mai. Ero troppo impedita in tutto ciò che era movimento, ma, devo dire, che, in qualche modo, ho contribuito a restarne fuori. Perché non mi sentivo all’altezza. Ero solo quella che prendeva i voti alti nelle pagelle, non quella che poteva schiacciare un cinque per un punto messo a segno. Senza il mio corpo, la mia mente e la mia vita sarebbe stata perfetta. Questo era quello che pensavo. Ero intelligente e sveglia. E questo mi bastava. Anche se non sapevo rispondere alle battute pungenti dei miei compagni di classe, a volte cattive, spesso solo ironiche.

Fino a che c’è stata una svolta. Quella definitiva. Quella che mi ha cambiato totalmente la vita. Mi sono innamorata. Perdutamente. Come solo si può a sedici anni. E non so come e perché lui abbia ricambiato. Io di solito facevo solo l’amica. Non la fidanzatina. Ed invece era successo. E finalmente mi sentivo bella e amata. Non è durata molto. Il tempo di un’estate. E quando lui, guardandomi negli occhi, mi ha detto che era meglio chiuderla lì, io ho trovato una forza che non pensavo neppure di avere. Una forza che mi ha spinto a cambiare e a modificare la parte più esteriore di me stessa. Ho smesso di mangiare.

L’anoressia è entrata nella mia vita un po’ per volta. Piccoli passi nuovi giorno dopo giorno. Ma credo che sia stata sempre lì, da quando scrivevo quelle poesie sulle scale di casa di mia zia. E’ entrata nella mia vita prima con il dire no a tutte le merendine del Mulino Bianco, che per anni ingurgitavo lontano dagli occhi dei miei genitori. Poi, con una dieta fatta da me, perché “io dovevo trovarmi un altro fidanzato” (parole tratte dalle pagine dei miei diari segreti). Poi con no, non voglio pranzare, cenare. Non voglio mangiare.

Lo ricordo bene quel periodo. Come fosse ieri. Ricordo le giornate intere passate al supermercato a contare le calorie di tutti gli alimenti presenti negli scaffali. Ricordo la bilancia, che mi aspettava ogni mattina in bagno. Ricordo il corpo, che si modellava, piano piano, a mio piacimento. Ricordo le guance scavate. Ricordo le mie amiche, che non dicevano niente, ma si adeguavano a mangiare quello che mangiavo io quando stavamo insieme. Cibi insipidi e senza sapore. Ricordo me stessa mentre guardavo le mie ossa con orgoglio e piacere. Quante ore avrò passato di fronte allo specchio, felice e fiera. Ricordo che quelle voci pungenti dei miei compagni di classe non c’erano più, ma avevano lasciato spazio a parole di impotenza, di fronte a qualcosa più grande di loro e dei loro sedici anni.  Ricordo che mi addormentavo spesso sui banchi di scuola e il prof di latino e greco che cercava di convincermi a comprare il mio panino preferito per la ricreazione. Ricordo le sedute da una psicologa ancora troppo giovane inesperta per salvarmi. Ricordo la tristezza di mia sorella che mi diceva “non cantiamo più insieme”. Io che non riuscivo a trovare le forze neppure per cantare una canzone in macchina, come facevamo prima durante i viaggi. Ricordo le lacrime dei miei genitori quando non sono più riuscita ad alzarmi dal letto. Con mia madre che avrebbe voluto portarmi in ospedale e mio padre che piangeva e mi supplicava di reagire. Ricordi chiarissimi di una mente confusa e annebbiata.

anoressia - Le Plume

L’anoressia mi ha cambiato la vita. Questo è certo. Me l’ha stravolta e mi ha plasmato, fino a diventare quella che sono oggi. L’anoressia me la porto sempre appresso. Dentro di me, come fosse un monito o un avvertimento. Anche ora che passo le mie giornate a cucinare e a godermi il cibo in modo bellissimo e senza sensi di colpa. Mi ha reso più forte. Mi ha fatto capire che potevo essere diversa da come ero.

No, non voglio essere fraintesa. L’anoressia è una malattia. Che va prevenuta e curata una volta che si manifesta. Io sono stata fortunata. Sono qui che ve ne parlo. Ma sarei ipocrita a non ammettere che oggi sono quella che sono perché ho un passato da anoressica. E non me ne vergogno. Anzi. Vorrei che se ne parlasse più spesso. Che se ne affrontassero i risvolti e si guardasse dritto in faccia alle difficoltà che si incontrano quando l’anoressia fa il suo ingresso in una casa e in una famiglia. E’ un qualcosa che devasta. Perché non si può curare come un semplice raffreddore. Serve tempo. E a volte, purtroppo, neppure quello basta.

Credo che le persone che ho conosciuto negli anni seguenti della mia vita facciano fatica a capire come ero una volta. E, spesso, anche il mio modo di essere di oggi, condizionato in un certo qual modo da quello che ero e da quello che ho passato. Come quando mi sento inadeguata di fronte a certe situazioni o entro nel panico quando devo fare una capriola. Oggi mi ritrovo ad essere una donna forte, a volte trincerata dietro una corazza forte e indistruttibile. Una donna che nasconde i segni dell’insicurezza e cerca di lasciarli laggiù in fondo, dove sono finiti tanti anni fa.

Questa è la mia storia vera. E la voglio raccontare oggi che è la Giornata Mondiale contro i disturbi alimentari. Perché credo che l’anoressia vada raccontata e capita. E condivisa.  Ed è per questo che questo post è dedicato a tutte quelle donne e ragazze che pensano di essere sbagliate e rincorrono una finta perfezione, rinunciando alla vita.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE

Le Plume utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scopri di più

Privacy 196/2003 Informativa sulla Privacy: Oggetto: Informativa sul trattamento dei Suoi dati personali, ai sensi dell'articolo 13 del Dlgs 196/2003, recante il codice in materia di protezione dei dati personali, e richiesta del Suo consenso al trattamento di taluni dati. 1. Il Dlgs 196/2003 ha introdotto il codice in materia di protezione dei dati personali. In ottemperanza a quanto previsto da tale codice, il trattamento dei dati personali da parte della nostra organizzazione è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti dei soggetti cui i dati si riferiscono. 2. In tale ambito, Le forniamo l'informativa prevista dall'articolo 13 Dlgs 196/2003 e Le chiediamo di esprimere il suo consenso per il trattamento dei dati personali in seguito specificati per le seguenti finalità: a. gestire la sua richiesta di informazioni e/o prenotazione al fine di fornirle le indicazioni a riguardo 3. Il conferimento dei Suoi dati è obbligatorio per il conseguimento delle finalità di cui sopra; il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di fornirLe i servizi richiesti. 4. Nel caso in cui abbia espresso il consenso e fino alla revoca dello stesso, i Suoi dati personali forniti saranno altresè trattati per le seguenti ulteriori finalità: a. elaborare studi e ricerche statistiche e di mercato; b. inviare tramite posta, posta elettronica e/o canali telefonici, materiale pubblicitario, informativo e informazioni commerciali; c. compiere attività dirette ed indirette di vendita e di collocamento; d. effettuare comunicazioni commerciali interattive; e. effettuare rilevazioni del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei servizi forniti (anche attraverso soggetti terzi). Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il responsabile indicato al punto 10. Il consenso per i trattamenti e le finalità di cui al presente punto 4 non è obbligatorio; a seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno trattati per le sole finalità indicate al precedente punto 2. 5. In qualità di clienti o potenziali clienti, i dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune, poichè consistono essenzialmente in elementi di identificazione personale. Nel caso in cui Lei dovesse indicare nei campi che non prevedono una specifica indicazione dati che, ai sensi dell'articolo 4 lettera d) Dlgs 196/2003, sono di natura sensibile ed in quanto tali meritevoli di tutele particolari, La informiamo che tali dati saranno da noi trattati nei limiti previsti dal codice della Privacy. Ricordiamo che in generale, l'articolo 4 lettera d) Dlgs 196/2003 definisce come "dati sensibili" i dati personali "idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonchè i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale". 6. Il trattamento di dati raccolti sarà effettuato mediante strumenti cartacei e/o elettronici e comunque in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. 7. Precisiamo che la nostra organizzazione pone in atto le necessarie misure di carattere organizzativo, fisico e logico, atte a garantire la sicurezza dei dati, con particolare riferimento a quanto previsto dall'allegato B del Dpr 196/2003 Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza. 8. Oltre che dai dipendenti della Società, alcuni trattamenti dei Suoi dati personali potranno essere effettuati anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all'estero, ai quali la nostra organizzazione affida talune attività (o parte di esse) funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. In tal caso gli stessi soggetti opereranno in qualità di Titolari autonomi o saranno designati come Responsabili o Incaricati del trattamento. I Responsabili e gli Incaricati eventualmente designati riceveranno adeguate istruzioni operative, con particolare riferimento all'adozione delle misure minime di sicurezza, al fine di poter garantire la riservatezza e la sicurezza dei dati. I soggetti terzi sopra citati sono essenzialmente ricompresi nelle seguenti categorie: Società di recupero credito, Società che elaborano dati di traffico per la fatturazione, Società incaricate per la stampa e la spedizione delle fatture ai clienti, Società di Consulenza, Società cessionarie dei crediti, Agenti e Procacciatori, Franchisee, Fornitori di servizi tecnologici, Content Provider. 9. Riportiamo di seguito l'estratto dell'articolo 7 Dlgs 196/2003, per ricordarLe che puó esercitare nei nostri confronti i seguenti diritti: a. ottenere la conferma dell'esistenza di dati personali che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile b. ottenere l'indicazione dell'origine dei dati personali, nonchè delle finalità e delle modalità del trattamento c. ottenere l'indicazione della logica applicata nei trattamenti effettuati con l'ausilio di strumenti elettronici d. ottenere l'indicazione degli estremi identificativi del titolare e dei responsabili e. ottenere l'indicazione dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati f. ottenere l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati g. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge h. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati di cui non è necessaria la conservazione, in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati i. ottenere l'attestazione che l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco sono stati portati a conoscenza, anche per quanto riguarda il contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, tranne che nei casi in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato j. opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che La riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta k. opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che La riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. 10. Per esercitare tali diritti puó rivolgersi al titolare del trattamento. Il responsabile del trattamento medesimo è il Sig. Le Plume domiciliato presso Via Foscolo, 58 09128 Cagliari (CA). Cookie Cos’è un cookie? Un cookie è un piccolo frammento di dati che un sito web deposita nel browser del tuo computer o del tuo dispositivo mobile. Perché si utilizzano i cookie? Le pagine web non hanno memoria. Se navighi da una pagina all'altra all'interno di un sito web, non sarai riconosciuto come lo stesso utente in ciascuna delle pagine. I cookie ti consentono di essere riconosciuto dal sito web come utente unico. I cookie permettono anche di memorizzare le tue scelte, per esempio la lingua che preferisci, la valuta che hai impostato e i criteri di ricerca. I cookie ti consentono anche di essere riconosciuto alla tua visita successiva. I cookie sono tutti uguali? No, esistono vari tipi di cookie e diversi modi di utilizzarli. I cookie si distinguono in base alla funzione svolta, alla loro durata e a chi li ha inseriti in un sito web. Come vengono utilizzati i cookie? Il nostro sito utilizza i seguenti tipi di cookie: • Cookie tecnici: Vogliamo offrire ai nostri visitatori un sito all’avanguardia e di facile utilizzo. Per fare in modo che questo accada, utilizziamo i cookie tecnici per consentirti di visualizzare il nostro sito web e di farlo funzionare correttamente. I cookie tecnici sono indispensabili per il corretto funzionamento del nostro sito. • Cookie funzionali: Utilizziamo i cookie funzionali per ricordare le tue preferenze e per aiutarti a usare il nostro sito web in modo efficace ed efficiente, per esempio memorizzando le pagine e le eventuali offerte che hai visualizzato in precedenza. I cookie funzionali non sono indispensabili per il funzionamento del sito web, ma aggiungono funzionalità e migliorano la tua esperienza complessiva, permettendoti ad esempio di usufruire delle migliori offerte. • Cookie analitici: Utilizziamo i cookie analitici per capire meglio come i nostri visitatori usano il sito web, per capire cosa funziona o cosa no, per ottimizzare e migliorare il sito e per assicurarci che il sito sia sempre interessante e rilevante. I dati che ricaviamo includono le pagine web visitate, le pagine di uscita e di ingresso, il tipo di piattaforma, informazioni su data e ora e dati come il numero di click su una determinata pagina, le parole cercate e i testi inseriti durante l'utilizzo del sito. Anche i nostri partner commerciali potrebbero utilizzare cookie analitici per sapere se i loro utenti fanno uso delle offerte integrate nei loro siti. Per quanto tempo restano attivi i cookie? I cookie impostati direttamente dal nostro sito hanno una durata di 3 settimane. In qualsiasi momento puoi cancellare tutti i cookie dal browser. Per rimuovere i cookie dal tuo browser, segui le istruzioni riportate a questo indirizzo https://support.google.com/accounts/answer/32050?hl=it Come puoi riconoscere i nostri cookie ? Puoi trovare i nostri cookie tra le impostazioni del tuo browser. Sono inclusi i cookie analitici e di marketing di terze parti? Sì, il nostro sito incorpora diversi cookie di terze parti rilasciati da widget che sono inclusi nel sito. Questi cookie vengono utilizzati a fini statistici e permettono una migliore esperienza ed integrazione con questi servizi terzi (Google Analytics, TripAdvisor, i principali social networks, etc…). In particolare, per tenere sotto controllo la raccolta di dati ai fini di analisi effettuata da Google Analytics, visita la pagina del Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics. Come puoi modificare le preferenze relative ai cookie? Dalle impostazioni del tuo browser (per esempio Internet Explorer, Safari, Firefox o Chrome) potrai stabilire quali sono i cookie che desideri ricevere e quali no. Per sapere dove puoi trovare queste impostazioni, che possono variare a seconda del browser utilizzato, usa la funzione “Help” o Aiuto” del tuo browser. Se decidi di non accettare determinati cookie, potresti non essere in grado di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito. In ogni caso, la funzione “Do Not Track” offerta da alcuni browser (denominata “Non tenere traccia”, “Non effettuare alcun tracciamento” o altro a seconda del tipo di browser) potrebbe non funzionare sul nostro sito.

Close