fbpx

“Non puoi mettere la vita in attesa, Charlie. La vita non aspetta nessuno.

In quest’ultimo periodo ho preso l’abitudine di svegliarmi presto e senza troppi lamenti. Di solito, quando andavo a letto pensavo subito che no, non avevo voglia che il domani arrivasse così presto. E, quando suonava la sveglia, il primo suono che emetto era un no, ripetuto almeno una decina di volte, con voce disperata e angustiata. Roba che, detto così, sembra soffra di una brutta forma di depressione. La realtà, invece, è molto semplice. Le mie giornate, soprattutto ultimamente, sembravano talmente infinite da lasciarmi stramazzata sul divano, appena riuscivo a raggiungerlo dopo cena.

Adesso è tutto diverso. Adesso mi sembra di aver in mano di nuovo la gestione del mio tempo. E mi piace. Più volte ho scritto e ho detto di come stia vivendo questa quarantena a casa. Nessun lamento. Niente occhi alzati al cielo. Mai sbuffato per una passeggiata mancata. Mai nervosa per carenza di libertà e di vita. Mi sono semplicemente adeguata alla mia nuova esistenza. Così uguale a quella di tanti altri. Mai noiosa o triste, anche se confinata nella distanza tra il soggiorno e la cucina.

Quando è iniziato tutto, quel giorno, quel 9 marzo, mi sembrava diverso. Lo ricordo bene. Non ero spaventata, ma un mese, fino al 3 aprile, mi è apparso come un’eternità. Mi sono chiesta come avrei fatto. Come avremmo fatto tutti.

Mi sono resa conto che qualcosa era cambiato nella mia testa, quando ha cominciato a palesarsi la chiusura totale fino al 4 maggio. Un altro mese, un altro mese di lockdown. Ma se il primo, nei miei conteggi, è diventato una dimensione senza tempo e senza confini, questo secondo mese si è trasformato in una manciata di secondi. Praticamente è diventato un dopodomani.

È strano come la dimensione tempo si adegui all’elasticità e alla condizione mentali. È come se in realtà non esistesse una dimensione esatta e scientifica del tempo.

Mi sono chiesta più volte il perché di queste mie considerazioni e alla fine sono giunta ad una risposta: ho paura di riprendere la mia vita post Covid. O post quarantena. Insomma, ho paura di riprendere la mia vita normale, quella che conoscevo prima che il mondo fosse avvolto dalla pandemia.

So che queste parole possono suonare come troppo forti o polemiche. O magari come il frutto di una mente mossa da chissà quali turbe psichiche. Però non credo di essere l’unica a pensarla in questo modo. Se prima non ho avuto paura di quello che sarebbe successo, o per lo meno ero sostenuta da un ottimismo raro, ora sto cominciando ad averne. Dubbi legati a quello che verrà, certo, ma non solo.

In questi quasi due mesi di vita casalinga sono riuscita a ritagliarmi di nuovo uno spazio per me stessa. Non che abbia lavorato di meno, anzi. Ho trascorso comunque le mie giornate impegnando la testa nel mio lavoro. Dalle 8 alle 20, per la precisione. Senza sconti, ma, al contrario, buttandomici a capofitto. E la situazione la sera è sempre stata la stessa di prima, prima del coronavirus: io stramazzata sul divano dopo cena. Ma queste mie dodici ore al computer, impegnata a scrivere, a studiare, in cucina a preparare non so più quante ricette, beh tutto questo ha avuto un sapore diverso. Quello della mia dimensione. Una dimensione più umana, che mi ha permesso di vivere maggiormente la mia casa e di rispettare i miei tempi. Di non correre come una matta da una parte all’altra della città per raggiungere chissà cosa. Di non essere nervosa ventiquattr’ore su ventiquattro. Una dimensione nuova, alla quale non ero più abituata e che avevo perso quasi definitivamente nella corsa, che io chiamo il mio frullatore, verso i miei impegni e le mie scadenze.

Perché ho paura di ritornare alla mia vita normale? Perché ho il terrore consapevole di dover rinunciare a tutto questo. Di ricominciare a trotterellare con delle mete imposte spesso dagli altri e che mi costringono, a volte, molto di più delle misure del lockdown. Ho sempre sostenuto di essere una persona fortunata, e ancora ne sono convinta. Amo quello che faccio e la vita che mi sono scelta, ma la quarantena mi ha obbligato a guardarmi dritto in faccia, senza troppi fronzoli o giri di parole. Qui a casa mi sento al sicuro, coccolata dalle mie certezze e dallo scandire le ore della mia giornata. In quella che ho definito la mia personalissima bolla. E ora ho paura di perdere tutto.

In molti dicono che da questo coronavirus ne usciremo cambiati, diversi. Ma quanto sarà vero? E mi chiedo: è possibile aver paura di tornare alla normalità?

Se pensi che questa riflessione possa essere utile a qualcuno o ti ci sei ritrovato per un qualche motivo condividila sui tuoi profili. Per te è un semplice click, per noi è come una carezza.
Giulia

Scrivo da quando ne ho memoria. Mi piace raccontare la vita. Lo faccio qui nel mio blog e anche altrove. Quando non sono alle prese con la parola scritta, parlo in radio e mi occupo di cibo in tv. E anche lì c'è molto di me. Nel tempo libero? Ballo, curo le mie piante e cucino una quantità indescrivibile di piatti.

4 Comments
  1. Ciao io sono Maura, e come te ho paura di tornare alla normalità..
    Mi sono commossa nel leggere le tue parole perché è come se avessi letto nella mia mente.. anche io amo il mio lavoro, e trascorrevo le mie giornate fuori casa per almeno 11 ore.. rientravo distrutta e mi rimaneva veramente poco tempo per pensare a quello che potevo perdermi in tutte quelle ore, quindi ho lasciato che le mie giornate si ripetessero più o meno tutte così, consolandomi nel confrontarmi con altre persone impegnate tanto e più di me e cercando di convincermi che quella era la normalità …in realtà per me quella era tutt’altro che normalità, mi sentivo dentro un vortice dal quale ho espresso più volte di volermi liberare, tant’è vero che ho provato più volte a rallentare i ritmi senza però mai riuscirci.
    Finché sono stata obbligata a fermarmi, e ho scoperto che avevo ragione, esiste una realtà meravigliosamente bella anche fuori da quel vortice del “quotidiano malsano” e ad oggi posso affermare che io a casa sto bene!!!!! Ho trovato una pace e una serenità mai assaporata prima.. Non ho avuto tempo di annoiarmi neppure un giorno e improvvisamente sono stata capace di fare cose che prima non mi riuscivano proprio: cucinare, fare giardinaggio e ho pure preso un cane (che tanto desideravo ma che non potevo prendere perché non c’era il tempo di occuparsene).. ho letto, ho partecipato a corsi online per il mio lavoro, ho guardato film e serie tv senza preoccuparmi di guardare l’orologio, ho riguardato tutte le mie foto e ripercorso tanti momenti che mi ero pure scordata di aver vissuto talmente ho corso tanto negli ultimi anni.. Insomma anche ora alla fine vado a letto stremata perché caratterialmente sono iperattiva, ma non vedo l’ora di svegliarmi per assaporare un’altra giornata nella mia casa che ora profuma di vita!
    Quell’ipotetica data di fine quarantena mi spaventa, mi sembra troppo vicina, non sono pronta per tornare a correre come prima o meglio non voglio tornare alla vita di prima.
    Io l’ho sempre pensato che non mi sentivo particolarmente adatta al modo di vivere odierno, troppo frivolo e avido, faceva un rumore strano tutto quel mondo… ho invece imparato ad ascoltare il rumore di un mondo un po’ più lento, quello che stiamo vivendo, che lascia spazio ai suoni della natura e alle domeniche che sanno di pace.
    Ho paura.. si ho tanta paura di perdere tutto questo: “il tempo per vivere”.
    Con affetto,Maura.

    1. Cara Maura,
      come ti ho detto in “altri luoghi”, anche io mi sono riletta in te. È strano pensare che questa cosa, in qualche modo, accomuni più persone…

  2. Cara Giulia, mi sono imbattuta in questo tuo articolo per aver “googlato”, non senza sentirmi una specie di ladra, “ho paura di tornare alla normalità”. Condivido tutto delle tue parole, meno la passione per il mio lavoro, al quale, non di meno, dedico cura, tempo e impegno. La bolla della nuova, recente quotidianità è quanto di più simile a una “rehab” dalla vecchia quotidianità, a cui ero assuefatta, non senza senza sentire il fiato sempre più corto. Ho avuto un lungo sollievo da tutte le fonti di stress: sapevo bene quali fossero ma mai come adesso mi sono resa conto di quanto mi logorassero. Vorrei in un certo senso fermare il tempo in questa calma interiore, nel lusso di gestire il mio tempo, di stare bene senza sentirmi sopraffatta dalla stanchezza o da rigidi orari e settimane che si ripetevano tutte uguali eppure tutte diversamente stressanti. Non so come sarà il ritorno, ma non lo attendo con ansia.
    C.

    1. Senza sentirmi una specie di ladra… Ho provato la stessa sensazione quando ho scritto questo post. E mi sono chiesta più volte se pubblicarlo o no. Perché so quanto questo momento sia complicato e ci sono diversi aspetti che mi spaventano. Da quelli economici a quelli legati alla semplicità di una vita libera e normale. Ma so anche che in questo periodo ho recuperato molto di me stessa, nonostante tutto. È bello riflettersi nelle tue parole e credo che in qualche modo dovremo far tesoro di tutto questo. Provando a non ricominciare la folle corsa di una vita che spesso di normale non ha niente. Grazie per esserti fermata qui. Spero mi farai sapere come va… Quando potremo riuscire e forse sentiremo ancora il bisogno di calma…

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Le Plume utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scopri di più

Privacy 196/2003 Informativa sulla Privacy: Oggetto: Informativa sul trattamento dei Suoi dati personali, ai sensi dell'articolo 13 del Dlgs 196/2003, recante il codice in materia di protezione dei dati personali, e richiesta del Suo consenso al trattamento di taluni dati. 1. Il Dlgs 196/2003 ha introdotto il codice in materia di protezione dei dati personali. In ottemperanza a quanto previsto da tale codice, il trattamento dei dati personali da parte della nostra organizzazione è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti dei soggetti cui i dati si riferiscono. 2. In tale ambito, Le forniamo l'informativa prevista dall'articolo 13 Dlgs 196/2003 e Le chiediamo di esprimere il suo consenso per il trattamento dei dati personali in seguito specificati per le seguenti finalità: a. gestire la sua richiesta di informazioni e/o prenotazione al fine di fornirle le indicazioni a riguardo 3. Il conferimento dei Suoi dati è obbligatorio per il conseguimento delle finalità di cui sopra; il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrebbe avere come conseguenza l'impossibilità di fornirLe i servizi richiesti. 4. Nel caso in cui abbia espresso il consenso e fino alla revoca dello stesso, i Suoi dati personali forniti saranno altresè trattati per le seguenti ulteriori finalità: a. elaborare studi e ricerche statistiche e di mercato; b. inviare tramite posta, posta elettronica e/o canali telefonici, materiale pubblicitario, informativo e informazioni commerciali; c. compiere attività dirette ed indirette di vendita e di collocamento; d. effettuare comunicazioni commerciali interattive; e. effettuare rilevazioni del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei servizi forniti (anche attraverso soggetti terzi). Lei potrà revocare il consenso fornito per tali finalità in qualsiasi momento contattando il responsabile indicato al punto 10. Il consenso per i trattamenti e le finalità di cui al presente punto 4 non è obbligatorio; a seguito di un eventuale diniego i Suoi dati saranno trattati per le sole finalità indicate al precedente punto 2. 5. In qualità di clienti o potenziali clienti, i dati oggetto di trattamento sono generalmente di natura comune, poichè consistono essenzialmente in elementi di identificazione personale. Nel caso in cui Lei dovesse indicare nei campi che non prevedono una specifica indicazione dati che, ai sensi dell'articolo 4 lettera d) Dlgs 196/2003, sono di natura sensibile ed in quanto tali meritevoli di tutele particolari, La informiamo che tali dati saranno da noi trattati nei limiti previsti dal codice della Privacy. Ricordiamo che in generale, l'articolo 4 lettera d) Dlgs 196/2003 definisce come "dati sensibili" i dati personali "idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonchè i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale". 6. Il trattamento di dati raccolti sarà effettuato mediante strumenti cartacei e/o elettronici e comunque in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. 7. Precisiamo che la nostra organizzazione pone in atto le necessarie misure di carattere organizzativo, fisico e logico, atte a garantire la sicurezza dei dati, con particolare riferimento a quanto previsto dall'allegato B del Dpr 196/2003 Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza. 8. Oltre che dai dipendenti della Società, alcuni trattamenti dei Suoi dati personali potranno essere effettuati anche da soggetti terzi, con sede in Italia e/o all'estero, ai quali la nostra organizzazione affida talune attività (o parte di esse) funzionali alla fornitura dei servizi sopra citati. In tal caso gli stessi soggetti opereranno in qualità di Titolari autonomi o saranno designati come Responsabili o Incaricati del trattamento. I Responsabili e gli Incaricati eventualmente designati riceveranno adeguate istruzioni operative, con particolare riferimento all'adozione delle misure minime di sicurezza, al fine di poter garantire la riservatezza e la sicurezza dei dati. I soggetti terzi sopra citati sono essenzialmente ricompresi nelle seguenti categorie: Società di recupero credito, Società che elaborano dati di traffico per la fatturazione, Società incaricate per la stampa e la spedizione delle fatture ai clienti, Società di Consulenza, Società cessionarie dei crediti, Agenti e Procacciatori, Franchisee, Fornitori di servizi tecnologici, Content Provider. 9. Riportiamo di seguito l'estratto dell'articolo 7 Dlgs 196/2003, per ricordarLe che puó esercitare nei nostri confronti i seguenti diritti: a. ottenere la conferma dell'esistenza di dati personali che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile b. ottenere l'indicazione dell'origine dei dati personali, nonchè delle finalità e delle modalità del trattamento c. ottenere l'indicazione della logica applicata nei trattamenti effettuati con l'ausilio di strumenti elettronici d. ottenere l'indicazione degli estremi identificativi del titolare e dei responsabili e. ottenere l'indicazione dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati f. ottenere l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati g. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge h. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati di cui non è necessaria la conservazione, in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati i. ottenere l'attestazione che l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco sono stati portati a conoscenza, anche per quanto riguarda il contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, tranne che nei casi in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato j. opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che La riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta k. opporsi, in tutto o in parte, al trattamento di dati personali che La riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. 10. Per esercitare tali diritti puó rivolgersi al titolare del trattamento. Il responsabile del trattamento medesimo è il Sig. Le Plume domiciliato presso Via Foscolo, 58 09128 Cagliari (CA). Cookie Cos’è un cookie? Un cookie è un piccolo frammento di dati che un sito web deposita nel browser del tuo computer o del tuo dispositivo mobile. Perché si utilizzano i cookie? Le pagine web non hanno memoria. Se navighi da una pagina all'altra all'interno di un sito web, non sarai riconosciuto come lo stesso utente in ciascuna delle pagine. I cookie ti consentono di essere riconosciuto dal sito web come utente unico. I cookie permettono anche di memorizzare le tue scelte, per esempio la lingua che preferisci, la valuta che hai impostato e i criteri di ricerca. I cookie ti consentono anche di essere riconosciuto alla tua visita successiva. I cookie sono tutti uguali? No, esistono vari tipi di cookie e diversi modi di utilizzarli. I cookie si distinguono in base alla funzione svolta, alla loro durata e a chi li ha inseriti in un sito web. Come vengono utilizzati i cookie? Il nostro sito utilizza i seguenti tipi di cookie: • Cookie tecnici: Vogliamo offrire ai nostri visitatori un sito all’avanguardia e di facile utilizzo. Per fare in modo che questo accada, utilizziamo i cookie tecnici per consentirti di visualizzare il nostro sito web e di farlo funzionare correttamente. I cookie tecnici sono indispensabili per il corretto funzionamento del nostro sito. • Cookie funzionali: Utilizziamo i cookie funzionali per ricordare le tue preferenze e per aiutarti a usare il nostro sito web in modo efficace ed efficiente, per esempio memorizzando le pagine e le eventuali offerte che hai visualizzato in precedenza. I cookie funzionali non sono indispensabili per il funzionamento del sito web, ma aggiungono funzionalità e migliorano la tua esperienza complessiva, permettendoti ad esempio di usufruire delle migliori offerte. • Cookie analitici: Utilizziamo i cookie analitici per capire meglio come i nostri visitatori usano il sito web, per capire cosa funziona o cosa no, per ottimizzare e migliorare il sito e per assicurarci che il sito sia sempre interessante e rilevante. I dati che ricaviamo includono le pagine web visitate, le pagine di uscita e di ingresso, il tipo di piattaforma, informazioni su data e ora e dati come il numero di click su una determinata pagina, le parole cercate e i testi inseriti durante l'utilizzo del sito. Anche i nostri partner commerciali potrebbero utilizzare cookie analitici per sapere se i loro utenti fanno uso delle offerte integrate nei loro siti. Per quanto tempo restano attivi i cookie? I cookie impostati direttamente dal nostro sito hanno una durata di 3 settimane. In qualsiasi momento puoi cancellare tutti i cookie dal browser. Per rimuovere i cookie dal tuo browser, segui le istruzioni riportate a questo indirizzo https://support.google.com/accounts/answer/32050?hl=it Come puoi riconoscere i nostri cookie ? Puoi trovare i nostri cookie tra le impostazioni del tuo browser. Sono inclusi i cookie analitici e di marketing di terze parti? Sì, il nostro sito incorpora diversi cookie di terze parti rilasciati da widget che sono inclusi nel sito. Questi cookie vengono utilizzati a fini statistici e permettono una migliore esperienza ed integrazione con questi servizi terzi (Google Analytics, TripAdvisor, i principali social networks, etc…). In particolare, per tenere sotto controllo la raccolta di dati ai fini di analisi effettuata da Google Analytics, visita la pagina del Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics. Come puoi modificare le preferenze relative ai cookie? Dalle impostazioni del tuo browser (per esempio Internet Explorer, Safari, Firefox o Chrome) potrai stabilire quali sono i cookie che desideri ricevere e quali no. Per sapere dove puoi trovare queste impostazioni, che possono variare a seconda del browser utilizzato, usa la funzione “Help” o Aiuto” del tuo browser. Se decidi di non accettare determinati cookie, potresti non essere in grado di utilizzare correttamente alcune funzioni del nostro sito. In ogni caso, la funzione “Do Not Track” offerta da alcuni browser (denominata “Non tenere traccia”, “Non effettuare alcun tracciamento” o altro a seconda del tipo di browser) potrebbe non funzionare sul nostro sito.

Close